Le famiglie, con il progetto 3M, affrontano indirettamente l’ incombenze di essere “datori di lavoro”; vengono, pertanto, sollevate da tutti gli onerosi adempimenti derivanti dalla ricerca e dalla regolarizzazione e, soprattutto, dalla gestione diretta del rapporto di lavoro con l’assistente familiare.

 

Nel nostro modello è inoltre prevista la figura del Responsabile di Distretto che svolge la funzione di “ammortizzatore” tra la famiglia e l’assistente familiare,

 

Il Responsabile è un professionista specializzato nel settore che segue in toto la famiglia: ad esso ci si può rivolgere per  qualsiasi delucidazione  operativa, organizzativa ed economica.

 

Il Responsabile di Distretto è stato promotore del progetto e quindi conosce le varie dinamiche e le varie difficoltà che possono insorgere, conosce tutte le realtà del territorio dove opera, essendo egli stesso residente nel distretto.

 

La soluzione della problematica insorta da parte di una terza persona permetterà la continuazione dei buoni rapporti interpersonali, lasciando un clima di serenità nell’ ambiente.

Lettera di Maria

Stampa Stampa | Mappa del sito
Progetto 3M